giovedì 24 settembre 2015

FANTASTIC 4 - La MANfCensione


Ok... ce le spendiamo 4 parole su 'sto film?
C'è tanto da dire?
No... però quel poco che c'è, diciamolo.

Perché... beh, sì, farò spoiler, ma tranquilli... in realtà non c'è niente da "rovinare".

Cominciamo.





Premessa 1
Ringrazio l'amico Paolo, che nella sua infinita saggezza ci ha condotti in un cinema che faceva pagare il biglietto 4 Euro.

Premessa 2
Non analizzerò il film come "vecchio appassionato lettore delle storie del quartetto"... ma come film, che chiunque dovrebbe poter vedere.

Premessa 3
Eravamo 4 amici, siamo andati a vedere i Fantastici 4, pagando 4 euro, e lo abbiamo visto nella sala 4 del cinema Ideal.
Quattro coincidenze?
Non credo... e la numerologia mi ha appena dimostrato che il 4 è un pessimo numero.

Ok... ho finito con le buffonate che, comunque, son meglio del film (e potrei chiuderla qua).

Cominciamo a parlarne seriamente.


Il film è un grande spreco.

Comincia benino.
Con alcune ingenuità che, stiracchiando la sospensione dell'incredulità, permettono comunque di goderne.

La prima parte... diciamo fino a quando non entrano in scena i superpoteri.... beh, regge.
È piacevole.
Lunga, poco ritmata, ma piacevole.

Poi ha le sue cavolate.
Ben Gimm è un personaggio che non viene MINIMAMENTE approfondito.
Il rapporto d'amicizia che si instaura con Reed, tanto da saltare giù dal letto nel pieno della notte per correre da lui alla prima chiamata, non si capisce da cosa sia stato alimentato.
(però la madre è una gran figa a menare il fratello più grande che lo picchia... unica scena che mi sia piaciuta senza remore).

(sì, quello più grosso è Reed e quello più piccolo è Ben.. non chiedete...)

Reed viene caratterizzato in maniera limitatissima.
Pieno di cicatrici che lasciano intuire sia stato menato a lungo dal padre... ma questa cosa non viene nemmeno accennata... poi, la "grande" regia in una scena fa apparire le cicatrici a destra quando sono sempre snella parte sinistra del volto, ma vabbé.

Poi vengono presentati gli altri personaggi.
Sue è un'analista di schemi... che boh, però tratta Reed freddamente ma poi sembra interessarsene.. e poi... poi non si capisce.
Ma comunque Reed cerca di conquistarla (nel 2015) presentandole questo libro che nessuno probabilmente ha mai letto, tranne lui.. tale 20.000 Leghe Sotto i Mari, cercando anche di spiegarle la trama, ma lei stranamente già lo conosce... che curioso!
Cioè, manco Doc Brown con la maestrina...


Victor Von Doom... beh, potrebbe essere un bel personaggio... psicotico quanto serve, ben strutturato nella sua incapacità di relazionarsi e nella sua megalomania... riesce a legare con i compagni solo per pochi momenti e perché infatuato di Sue... ma queste cose rimangono ferme ai box di partenza perché poi non servono a niente se non a farlo diventare poi un supercriminale ridicolo.

(sulla destra Victor e sulla sinistra l'unica persona che sembri apprezzarlo... mischino!)

Johnny... boh... nero, con la passione per le auto, ma che dopo l'ennesimo incidente per una corsa clandestina viene obbligato dal padre a ripagare i soldi spesi nel costruire automobili da corsa aiutando in laboratorio.
Perché le più grandi menti del mondo devono saldarsi da soli il grande shuttle per viaggiare tra le dimensioni.
Perché?
Boh, non so ma fa molto film anni ottanta (non di quelli belli).

Ok, ma allora cosa mi stava piacendo?
Beh, l'idea, presa PARO PARO da Ultimate Fantastic Four non era male... poi, che NESSUNO si renda conto che Reed Richards sia geniale a costruire quel che costruisce è un po' forzato... e che ci si renda conto che tutto viene mandato in un'altra dimensione perché rimane al posto dei modellini della sabbia... perché?
La sabbia poi non c'è quando ci arrivano... e comunque, la prima volta, secondo quale processo logico: mando il modellino di un'automobile e mi ritrovo con un mucchietto di sabbia?
Sì, vabbé, ma non stiamo a chiedercelo (che anche voi, che domande fate?).

Però l'inizio è divertente con tanti buchi, ma c'è anche a chi piace il Gruviera, suvvia.
Quando appare il Baxter Building il Marvel Zombie dentro di me ha versato una lacrimuccia (poi dopo ha pianto a dirotto ma per altri motivi).


Vabbé.. comunque i 4 acquisiscono i super poterei e un film bruttimo ma godibile crolla del tutto.

DEL TUTTO.





Vengono portati in una base militare segreta: l'Area 57 (che devono essere cresciute di 6 negli ultimi anni, e i complottasti non se ne sono accorti, mannaggia) e Reed scappa.
Nudo, tra la neve, uscito da un condotto dell'aria dall'edificio di una base militare super segreta con tutto il personale in stato d'allarme che lo sa cercando... e, non si sa come, riesce a far perdere le sue tracce.

Ma ci dicono che è passato un anno... e lui chissà cosa ha fatto... e la CIA, la Forza di Difesa Nazionale, l'Esercito degli Stati Uniti e non so chi altri (credo CSI, e Mulder e Scully di X-Factor) non riescono più a trovarlo ma viene interpellata Sue, che in due minuti lo becca (e chiamarla prima, comunque?).



In ogni caso, dopo che lui ha fatto di tutto per far perdere le sue tracce, che viene atterrato da una "capata" della Cosa e che dichiara chiaramente il suo odio per quello che sta combinando l'esercito ai suoi amici, gli dicono: "ci dai una mano a riprendere gli esperimenti?" e lui: "ok, datemi dieci minuti" e, TUTTI PRONTI!

Ma... cosa...?
A cosa serviva, nella trama, 'sta cacchio di fuga? No, davvero, spiegatemelo, per favore....

E poi?
La nuova navetta che si riempie di uomini che sembra la cinquecento di un gruppo di clown al circo e tutti a tornare nella dimensione dove si è perso Victor!
Perché, già, mi sono dimenticato, nell'incidente, Victor ci rimane... sul pianeta che in pratica è una versione ancestrale e negativa del nostro e che quindi sarebbe un'occasione perfetta chiamarlo Zona Negativa e... no, niente, è il "pianeta Zero!" (perché?)

Ma ovviamente comunque Victor non è morto e diventato "l'uomo con la tuta che gli si è saldata sulla pelle", che però suonava tropo lungo e quindi si autoproclamerà "Destino".



E ha dei poteri che non si sa perché usa su tutti tranne che sui quattro amici (che intanto prima odiavano Reed e adesso non più) senza un motivo.
E poi lui trona nella Zona Neg-- scusate, sul Pianeta Zero e cerca di distruggere la Terra, dopo avere ucciso gente senza una ragione (soprattutto l'unico amico che abbia mai avuto, così, per tigna e per far "infuocare" [ah ah] la Torcia Umana) e quindi il CLIMAX.

Ci siamo!
È un film di supereroi, ci si mena!



Ma no.

Victor ferma tutti riempiendoli di pietre... (?) compresa la Cosa.. ma non Reed, che di colpo è quello che seguono tutti ma non si sa perché (avrebbe più senso seguire L'UNICA che ha dimostrato di avere un po' di cervello, ma chi se ne frega) e quindi, ADESSO è il climax!
Reed tirerà fuori la sua risorsa, la sua intelligenza... io ero lì che speravo: adesso un po' il film si riprende e lui comincerà a dire a Johnny di aumentare il calore e sciogliere quelle cacchio di pietrine che lo avvolgono e alla Donna Invisibile di insinuare il suo campo di forza tra le rocce che fermano la Cosa e poi e poi...

No.
Lui comincia a prendere a pugni in faccia Victor...
...
no, sul serio.

Che gomma per gomma, avrebbe fatto cose più intelligenti Luffy/Rubber di One Piece.

E il combattimento contro la nemesi storica del gruppo, dura la bellezza di tre minuti? forse un po' di meno.

Ma salvano capra e cavoli... e tutti avvolti nei campi di forza di Sue (tranne Johnny che un negro, evidentemente, lei non ce lo vuole chiuso con loro, che comunque lei e solo figlia adottiva e che certe cose comunque non sono cose... e lui sembra capace di bruciare anche nel vuoto dello spazio e poi...) comunque tutti tornano a casa.

L'esercito festeggia e dice: "adesso lavorate per noi".
E la cosa li guarda male.
E il generale cede e dice: "diteci quello che volete".
E loro dicono "ci serve un posto grande dove stare e fare quel che ci pare".
"E le nostre invenzioni apparterranno a noi!" aggiunge Sue... che comunque di quali invenzioni stiamo parlando?
e questo è un ricatto bello  e buono... che ovviamente l'esercito degli Stati Uniti non potrebbe mai accettare... e invece?
E invece: "diteci cosa volete e ve lo daremo".
E io mi consolo che adesso almeno daranno loro il Baxter Building.

E invece...?

E invece danno loro una villa "in ano lupis" in mezzo al nulla, che comunque si chiama Central City (EH???)

E siparietto comico finale per scegliere il nome del gruppo.

....

Non sapevo se ridere o piangere.
Che comunque mi aspettavo il peggio.. e un po' l'ho avuto.

In realtà la sensazione è stata quella di guardare un brutto pilota di una scarsa serie televisiva.. ma scarsa proprio.
Che come pilota senza spendere soldi forse avrei anche dato una possibilità alla seconda puntata.
Ma così...
Anche gli effetti speciali sono a quel livello.
La Torcia che vola è DAVVERO IMBARAZZANTE.
La Cosa è brutta, l'abbiamo già vista tutti.
E la Donna Invisibile è ridicola, come si muove nei campi di forza.


Ora, se questo film fosse uscito vent'anni fa, avrei detto: "vabbé, speriamo in un futuro migliore, anche per gli effetti speciali".
Ma oggi...

Che spreco.
Tipo Daredevil il film con Affleck? ecco, sì.. tipo quello.

2 commenti: